Investor Relations
Fondazione
AGENTI
BPP Service

Sepa

Che cosa è la SEPA?

SEPA è l'acronimo che identifica la

(l'Area unica dei pagamenti in euro), ovvero un'area nella quale gli utilizzatori degli strumenti di pagamento - i cittadini, imprese, pubbliche amministrazioni e gli altri operatori economici - indipendentemente dalla loro residenza, possono effettuare e ricevere pagamenti in euro non in contanti sia all'interno dei confini nazionali che fra paesi diversi, alle stesse condizioni e con gli stessi diritti e obblighi. In termini numerici, la SEPA riguarda 34 paesi (tutti i paesi dell'Unione Europea più l'Islanda, la Norvegia, il Liechtenstein, la Svizzera, il Principato di Monaco e San Marino) per un totale di 513 milioni di cittadini e circa 9.200 istituzioni finanziarie. 

 

 

Il Regolamento UE n. 260/2012 (c.d. Regolamento Sepa End Date) aveva fissato al 1° febbraio 2014 (cosiddetta "Sepa end-date") il termine ultimo per la migrazione degli strumenti di pagamento domestici ai corrispondenti strumenti Sepa. Dal 1° febbraio 2014, quindi,  i servizi nazionali di addebito diretto (RID) e Bonifico sono stati dismessi e hanno lasciato il posto ai corrispondenti strumenti europei denominati, rispettivamente, 

 (o SDD) e 
SEPA Credit Transfer
 (o SCT). 

 

I nuovi servizi di addebito diretto e bonifico SEPA consentiranno di effettuare incassi e pagamenti in Euro verso l’Italia e verso tutti gli altri paesi dell’area SEPA con le stesse modalità e con gli stessi costi. Aziende con relazioni bancarie e/o commerciali nei paesi dell’Area SEPA potranno pertanto gestire più agevolmente la propria liquidità e i propri rapporti di fornitura.

Per iniziare a comprendere gli impatti che questa importante novità comporta per la sua operatività aziendale, potrà consultare:

Fuori perimetro Sepa

›› Ricevute Bancarie (Ri.Ba.)
›› MAV
›› RAV
›› Bollettini bancari e postali


Il Regolamento UE n. 260/2012 (c.d. Regolamento Sepa End Date) aveva fissato al 1° febbraio 2014 (cosiddetta "Sepa end-date") il termine ultimo per la migrazione degli strumenti di pagamento domestici ai corrispondenti strumenti Sepa. Dal 1° febbraio 2014, quindi,  i servizi nazionali di addebito diretto (RID) e Bonifico sono stati dismessi e hanno lasciato il posto ai corrispondenti strumenti europei denominati, rispettivamente, 
SEPA Direct Debit
 (o SDD) e 
SEPA Credit Transfer
 (o SCT). 
Creatori di valore
La Banca per l'ottavo anno consecutivo ha ricevuto, nell'ambito dei "Milano Finanza Banking Awards 2021" per la categoria " Creatori di Valore", il premio come Migliore Banca della Regione Puglia.
BPP: Certificazione ISO 9001:2015
Anche per l'anno 2020, Banca Popolare Pugliese ha conseguito la certificazione ISO 9001 nel campo applicativo "Erogazione di Servizi di Tesoreria e Cassa per gli Enti e le Pubbliche Amministrazioni. Pianificazione, sviluppo e controllo del processo di regolamentazione delle normative in materia di trasparenza per le funzioni di sede e per la rete (IAF 32)".
Banca Popolare Pugliese, promotrice dello sviluppo economico del Mezzogiorno
Chiusa in dicembre 2020 un’operazione finanziaria di 20 milioni di euro da Exprivia, azienda che si occupa di progettazione e sviluppo di tecnologie innovative e prestazione di servizi IT, da un lato, e dall’altro da SACE e due Istituti di credito del territorio: Banca Popolare Pugliese e Banca Popolare di Puglia e Basilicata
Donazione di due incubatrici al Reparto di Neonatologia di Lecce
Due incubatrici attrezzate per le terapie anti-Covid 19 donate al Reparto di Neonatologia dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce con i fondi raccolti dalla sottoscrizione aperta dalla Fondazione “Banca Popolare Pugliese Giorgio Primiceri”- Onlus.
Nuovo Sito BPP
Banca Popolare Pugliese rinnova il proprio sito web, nei contenuti e nella navigazione, con un nuovo layout. Il sito, rivisto sulla base delle esigenze del cliente, è pienamente adattabile ai diversi formati per smartphone o pc.